Leclerc e Sainz convincono, con la Ferrari che è tornata tra le migliori scuderie del momento. Era da tanto tempo che a Maranello non si respirava un’aria di competitività. La Rossa è tornata tra le protagoniste della Formula 1, ma quando è stato vinto l’ultimo Mondiale dalla Ferrari? Qui il nostro approfondimento. 

 

Ultimo Mondiale Ferrari: l’ultimo successo è arrivato più di 10 anni fa



La Rossa torna competitiva e a far sognare con il talento di Leclerc e Sainz. La mente dei tifosi vaga in questi giorni e torna quindi all’ultimo Mondiale vinto dalla Ferrari, un successo arrivato oramai più di 10 anni fa, precisamente nel 2007. Sulla monoposto, quell’anno, sedevano Kimi Raikkonen e Felipe Massa, con il finlandese che era al primo anno con la scuderia di Maranello. Fu un’annata particolare, che si decise solo all’ultimo Gran Premio, dove ben tre piloti si contendevano il Mondiale. Un giovanissimo Lewis Hamilton arrivò al GP di Brasile con 4 punti di vantaggio su Fernando Alonso e 7 su “Iceman”. Fu una gara vissuta al cardiopalma dai tifosi della Rossa, che alla prima curva videro le due Ferrari comandare nelle prime due posizioni. 



Già solo al primo giro la gara di Hamilton ha iniziato a incrinarsi: il britannico, preso alla sprovvista da Raikkonen che lo aveva sorpassato nei primi metri del Gran Premio, nel tentativo di chiudere Alonso finì fuori pista e poi al decimo posto. Dopo aver riguadagnato alcune posizioni, un problema al cambio lo mise ulteriormente in difficoltà, obbligandolo alla settima posizione. Nel frattempo più avanti la gara proseguiva, con le due Ferrari sempre al comando e con il pilota spagnolo della McLaren a inseguire in terza posizione. Al momento del secondo pit-stop per Felipe Massa arrivò il momento decisivo, che ha scritto una pagina della storia della Rossa e della Formula 1: Raikkonen riesce a sorpassare il brasiliano, che gareggiava nel circuito di casa, tagliando per il primo il traguardo e trionfando in quello che ancora oggi è l’ultimo Mondiale vinto dalla Ferrari. L’Islandese arrivò primo nella classifica piloti con 110 punti, uno in più dei 109 di Alonso e Hamilton. Anche il titolo costruttori fu portato a Maranello. 

 


Per quanto riguarda, invece, l'ultimo successo nel campionato costruttori della Rossa bisogna risalire all'anno successivo. Nel 2008, infatti, la Ferrari conquista il titolo grazie ai 172 punti conquistati da Kimi Raikkonen e Felipe Massa. Proprio il pilota brasiliano ha sfiorato anche la vittoria nel campionato piloti, perso per per un solo punto. Davanti a lui vide salire sul tetto del mondo Lewis Hamilton, che conquistò proprio quell'anno il primo dei suoi sette titoli iridati.

 

Quanti Mondiali ha vinto la Ferrari: gli altri successi

 

 

Nella storia della Formula 1 i successi della Rossa sono stati tanti, ma precisamente quanti Mondiali ha vinto la Ferrari? La risposta è 15, di cui l’ultimo proprio nel 2007 con il pilota islandese Kimi Raikkonen. Di questi grandi successi sono indimenticabili quelli conquistati da Niki Lauda (1975, 1977) e Michael Schumacher (2000, 2001, 2002, 2003, 2004). Le loro principali rivalità, rispettivamente con James Hunt e Mika Hakkinen, fanno pensare a quella di oggi fra Leclerc e Verstappen. Il tedesco specialmente scrisse pagine importantissime della storia della Rossa, portandola a dominare per ben cinque anni di fila insieme al compagno Rubens Barrichello, con cui condivise sempre la vittoria del titolo costruttori. Nella sua carriera Michael Schumacher vinse altri due Mondiali in Benetton, per un totale di sette. Una carriera storica, condita da 91 vittorie nei Gran Premi, 155 podi, 68 pole position e 77 giri veloci

 

 

 


Nell’albo d’oro della Ferrari, poi, vanno aggiunti i nomi degli altri piloti che si laurearono campioni del mondo sopra una Ferrari: Alberto Ascari (1952, 1953), Juan Manuel Fangio (1956), Mike Hawthorn (1958), Phil Hill (1961), John Surtees (1964) e Jody Scheckter (1979). Vari campioni, molti successi e traguardi raggiunti al primo posto, sempre con il Cavallino. Dopo diversi anni quelle sensazioni che un trionfo di questo calibro possa ripetersi sono tante, anche se la stagione è ancora lunga. Leclerc, soprattutto, fa sognare e insieme alla F1-75 può puntare in alto.