Donnarumma è il presente e il futuro della Nazionale italiana: il portiere classe 1999 contro il Belgio, nella “finalina” di Nations League (terminata esattamente come avevamo previsto, ossia 2-1 per gli Azzurri), per la prima volta è sceso in campo con la fascia di capitano al braccio, a soli 22 anni. Un giovane fenomeno che continua a crescere, e al quale per questo vanno concessi anche alcuni piccoli errori (come il gol preso sotto le gambe, proprio contro il Belgio).

 

Di recente, Gigio Donnarumma ha cambiato squadra, come risaputo. Ed è per questo che ha ricevuto una pioggia di fischi a San Siro: i tifosi del Milan non hanno mandato giù il suo addio a parametro zero e il suo seguente trasferimento al PSG. I rossoneri accusano il loro ex portiere di poca chiarezza, di non aver affrontato la situazione, di aver lasciato tutto nelle mani di Mino Raiola.

 

Dai fischi di San Siro agli applausi dell’Allianz Stadium, dietro i quali i più maliziosi hanno visto un principio di liaison: prove d’intesa tra Donnarumma e i tifosi della Juve? Forse. D’altronde, i bianconeri fecero lo stesso con Cristiano Ronaldo, applaudendo la sua rovesciata che costò alla Juve l’eliminazione dalla Champions League…

 

Quindi Donnarumma può davvero andare alla Juve? Ovviamente una manciata di applausi non fanno una trattativa, ma c’è dell’altro che fa pensare a un possibile trasferimento…

 

Donnarumma alla Juve, affare possibile nel 2022

 

L’avventura di Donnarumma al PSG non è cominciata proprio benissimo e questo è sotto gli occhi di tutti: il dualismo con Navas non consente al giocatore ex Milan di scendere in campo con costanza, lui vorrebbe giocare di più e si aspettava la titolarità (cose che Pochettino non sta concedendo a nessuno dei due estremi difensori). La concorrenza con Navas non va giù a Donnarumma che vorrebbe spazio, per questo pare che Raiola sia già al lavoro per mettere in piedi un altro trasferimento. 

 

L’affare può concludersi nel 2022, e occhio: non si parla solo di estate, ma addirittura di gennaio. Szczęsny non è partito benissimo, la Juve potrebbe fiondarsi alla ricerca di un nuovo portiere titolare e il profilo di Donnarumma sembrerebbe perfetto. Giovane, italiano e già amico del blocco Nazionale formato dai vari Bonucci, Chiellini, Chiesa, Locatelli, Bernardeschi e Kean. 

 

Di nuovo: neanche le amicizie fanno una trattativa, così come il bisogno di un portiere non porta direttamente a Donnarumma. Ma diciamo che le strade di Gigio e della Juve in questo momento sono vicine quantomeno per bisogni di entrambe le parti. Ora tocca a Raiola orchestrare un colpo dei suoi. Raiola che, tra parentesi, assiste e ha assistito già diversi giocatori che fanno parte della scuderia bianconera...



Donnarumma alla Juve, cifre dell’operazione e possibile stipendio

 

Dopo Buffon, la Juventus sogna di mettere di nuovo sotto contratto il portiere titolare della Nazionale italiana. Non sarà facile, perché il valore di Gigio è molto alto: secondo Transfermarkt, il costo del suo cartellino si aggira intorno ai 65 milioni di euro. Come visto nell’ultima sessione di mercato, la Juventus (così come tanti altri club) non ha più simili budget da spendere ed è da escludere che investa una cifra simile.

 

Occhio però all’ipotesi prestito: Gigio Donnarumma potrebbe passare in bianconero momentaneamente, visto che al PSG per ora non trova lo spazio che cerca; la Juve avrebbe così uno dei migliori portieri del mondo a basso costo, e poi penserebbe solo in un secondo momento all’acquisto (magari con un diritto di riscatto alto ma dilazionato, stile Locatelli). 

 

Niente di sicuro, ma già messa così l’operazione Donnarumma-Juve non suona più così folle. Non resta che aspettare gli (eventuali) sviluppi futuri...