Nel corso della sua storia, la Nazionale italiana di calcio ha vinto il campionato Europei solamente in un’occasione: era il 1968, erano altri tempi, il mondo cambiava e sul campo l’Italia vinceva. Gli Azzurri dopo una storica cavalcata si imposero nella doppia finale con la Jugoslavia: prima il pareggio 1-1 nella prima partita, poi nel bis  si impose per 2-0. Chi faceva parte di quella squadra mitologica? Ecco tutti i convocati.

 

I convocati dell’Italia nel 1968: i giocatori che hanno vinto l’Europeo

Tra i convocati vediamo nomi eccellenti, che hanno fatto la storia dell’Italia e non solo. Possiamo citare ad esempio Zoff, Facchetti, Burgnich, Rivera, Mazzola e in particolare Gigi Riva, che ad oggi resta ancora il miglior marcatore della Nazionale italiana di calcio. Questo l’elenco ufficiale dei convocati dal CT Ferruccio Valcareggi.

 

P Enrico Albertosi

 

P Lido Vieri

 

P Dino Zoff

 

D Giacinto Facchetti (capitano)

 

D Angelo Anquilletti

 

D Giancarlo Bercellino

 

D Tarcisio Burgnich

 

D Roberto Rosato

 

D Sandro Salvadore

 

D Ernesto Castano

 

D Aristide Guarneri

 

C Giacomo Bulgarelli

 

C Giancarlo De Sisti

 

C Giorgio Ferrini

 

C Antonio Juliano

 

C Giovanni Lodetti

 

C Gianni Rivera

 

A Sandro Mazzola

 

A Pierino Prati

 

A Gigi Riva

 

A Angelo Domenghini

 

A  Pietro Anastasi

 

Gli highlights della finale bis tra Italia e Jugoslavia (2-0) degli Europei del 1968

Di seguito gli highlights della partita che assegnò la vittoria degli Europei 1968 all’Italia di Valcareggi: reti di Riva e Anastasi. La prima partita (quella terminata 1-1) si giocò l’8 giugno, la ripetizione avvenne invece il 10 giugno.

 

 

Questa la formazione che ha vinto l’Europeo nel 1968 nella ripetizione della finale contro la Jugoslavia:

 

Italia: Zoff; Facchetti (c), Rosato; Salvadore, Guarneri, Burgnich; De Sisti, Mazzola; Riva, Anastasi, Domenghini

 

La curiosità: in semifinale con l’URSS nel 1968 vincemmo grazie… alla sorte

Uno degli episodi più curiosi relativi alla vittoria della Nazionale azzurra degli Europei del 1968 è senza dubbio il modo in cui ci qualificammo per la finale: con il lancio della monetina, visto che allora non erano previsti i rigori e che la partita tra Italia e URSS era terminata in parità dopo 120’ di gioco. Cose d’altri tempi…