Anche Kessié al bivio. Il centrocampista del Milan da tempo ormai sta trattando con la società rossonera il rinnovo di contratto, dopo gli addi di Donnarumma – impegnato ad Euro 2020 ma vicinissimo al Psg – e Calhanoglu – che ha già ufficializzato il suo passaggio all’Inter, dopo un lungo braccio di ferro con il suo agente.

 

L’ivoriano ha un contratto in scadenza nel 2022: Maldini e Massara vorrebbero rinnovare al più presto, per evitare di dover cedere a stretto giro. Ma la trattativa, che sembrava abbastanza semplice stando alle parole dell'ivoriano, al momento invece appare essersi complicata. "Kessié è un giocatore importante, serve un contratto all'altezza", ha dichiarato di recente il suo agente. A proposito: chi è?

 

Chi è l’agente di Kessié?

 

L’agente di Kessié si chiama George Atangana, dell’Ambition Group Sport Management, si riconosce per gli occhiali scuri, l’aria schiva e riservata. La svolta della sua carriera, che lo fa arrivare al calcio che conta, è la procura di Belfodil: attaccante di talento, riesce ad approdare all’Inter dopo una bella carriera in Italia. A Milano non va bene, non accetta alla panchina, rifiuta 12 offerte e finisce al Livorno. Altro nome chiave ovviamente Kessié: lo segue da tempo: ne ha curato tutta la carriera in Italia e i vari passaggi tra Atalanta, Roma e poi Milan (nonostante l’inserimento dell’Inter). Ne parla benissimo, soprattutto a livello di riconoscenza e fiducia, ed ha un legame molto forte con il centrocampista del Milan.

 

Si tratta di un procuratore molto diverso ad esempio da Mino Raiola, che ha gestito il mancato rinnovo di Donnarumma: l’italo-olandese è noto per essere potente e movimentista, ama lunghi bracci di ferro per ottenere il massimo per i suoi assistiti, anche con qualche colpo di teatro e improvviso e repentino cambiamento. Per quanto riguarda Atangana, è un tipo di agente diverso: si fida molto della parola data e della cosiddetta stretta di mano, rispetta molto la volontà dei suoi assistiti ma è anche molto rispettato dai dirigenti per la sua lealtà, merce rara nel mondo del calciomercato.

 

Gli assistiti dell’agente di Kessié

 

La particolarità di Atangana è che segue pochissimi calciatori per volta, non ha una vera e propria scuderia. Gestisce pochissimi giocatori, attualmente 3 secondo il noto portale Transfermarkt. Oltre a Kessiè, Atangana gestisce Jonathan Italeng, una punta centrale camerunense dell’Atalanta Primavera e il portiere Junior Dande. In realtà ha oltre 10mila procure in giro per l’Europa (e nelle varie interviste non lesina consigli su possibili arrivi in Italia), ma di certo è molto legato al suo assistito di maggior successo, il centrocampista del Milan. Si tratta di un punto da non sottovalutare: un eventuale ricco rinnovo o altrettanto ricca cessione sarebbe un ulteriore upgrade per la lunga carriera di questo agente.

 

Curiosità su Atangana, agente di Kessié

 

Tutto su Atangana, qualche curiosità in ordine sparso sul procuratore di Kessié:

  • nell’arrivo di Kessié al Milan dopo l’esperienza fu fondamentale Mirabelli, ex dirigente rossonero
  • inizialmente Atangana faceva due lavori: l’agente il pomeriggio, di mattina in un negozio di ottica
  • Il suo primo assistito è stato Robert Maah, portato al Faenza, di cui ha curato il trasferimento al Bari
  • Dramé al Padova: il primo provino inizia malissimo (due stop sbagliati di brutto), racconta Atangana, ma alla fine esce fuori il giocatore e viene acquistato sotto la supervisione di Atangana
  • L’Inter ha provato fino all’ultimo a soffiare Kessié al Milan, ma per Atangana bastava la parola data.
  • Un nome consigliato un anno fa da Atangana? Frank Boya, del Mouscron, centrocampista potente.