Dopo aver vinto lo Scudetto 2021/2022, il Milan vuole consolidare la sua posizione in Serie A e imporsi anche in Europa. Per farlo ha bisogno di ritoccare la sua formazione, già forte ma migliorabile, come tutte. I rossoneri, guidati ancora dalla MMM (Maldini, Massara, Moncada), si stanno muovendo sul mercato per perfezionare la rosa a disposizione di mister Pioli.

 

Tra vecchie certezze e nuovi arrivi, quale è la probabile formazione del Milan per il 2023? Di seguito proviamo a indovinare l’undici di riferimento dei Campioni d’Italia, che cambieranno qualche elemento chiave tra i titolari. 

 

Formazione Milan 2022/2023: così in campo

 

  • Formazione Milan 2023 (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernandez; Bennacer, Tonali; Saelemaekers, De Ketelaere, Leao; Giroud. All. Pioli

 

La nuova probabile formazione del Milan: come cambia la squadra nel 2023 



La probabile formazione del Milan 2023 vede un solo volto nuovo tra i titolari, ad oggi, anche se si aspettano ancora novità dal mercato. E vanno considerati pure un paio di ballottaggi… Per ora i volti nuovi sono i seguenti:

 

Charles De Ketelaere: il suo nome è sulla bocca di tutti, il Milan ha sborsato la bellezza di 32 milioni + 3 di bonus per portarlo in Italia. Giocherà subito da titolare e verosimilmente occuperà il posto sulla trequarti che non ha avuto un padrone fisso, lo scorso anno. Gli servirà un periodo di adattamento al nostro calcio, è normale, ma nella formazione titolare del Milan 2023 va annoverato tra gli undici (qui cosa fare con lui al Fantacalcio).

 

Divock Origi: arriva da Liverpool e si gioca il posto con Giroud, non parte titolare ma la staffetta col francese è viva. Dovrebbe avere le sue chance, la sua duttilità sul fronte offensivo si adatta bene alle idee di calcio di Pioli. 

 

Yacine Adli: se De Ketelaere è il nome sulla bocca di tutti, per Adli va registrata una curiosità spasmodica, alimentata da un precampionato da protagonista. Anche lui centrocampista/trequartista di qualità, non parte titolare ma attenzione perché potrebbe trovare spazio, visto che può giocare praticamente ovunque in mezzo al campo. 

 

Il resto della formazione del Milan 2023: i titolari inamovibili



C’è chi resta ed è sicuro del suo posto da titolare: Maignan non si muove da quei pali, il Milan ha tra le mani uno dei portieri migliori d’Europa e se lo tiene stretto. In difesa c’è capitan Calabria a destra dal 1’, in mezzo Kalulu e Tomori formano una coppia formidabile e Pioli continuerà a puntare sul loro affiatamento. A sinistra i dubbi sono meno di zero: spostare Theo da lì è praticamente impossibile. Con l’addio di Kessié sono sicuri del posto da titolare Tonali e Bennacer, davanti c’è Leao a sinistra mentre a destra si giocano il posto, ad oggi, Saelemaekers e Messias. Giroud, come detto, parte dal primo minuto al centro dell’attacco. 

 

Riserve Milan 2022/2023: la “Formazione B”



Oltre alla formazione titolare 2023 va considerata anche la Formazione B, ossia le riserve (che in genere comunque giocano parecchio, nelle rotazioni pioliste). In difesa ad esempio sono pronti a subentrare Florenzi per le fasce e Simon Kjaer (ha finalmente recuperato dall’infortunio) per il ruolo di centrale di difesa. In mezzo c’è Pobega che dovrebbe giocarsi le sue carte, insieme a Rade Krunic, jolly sempre importante per Pioli, e al già citato Yacine Adli. Bakayoko invece è in uscita e comunque viene poco utilizzato da Pioli. In avanti c’è Diaz che dovrebbe far rifiatare De Ketelaere e magari giocare nelle prime giornate, quando il belga non sarà ancora pronto al 100% per gli schemi di Pioli. Si chiude con Ibra, che tornerà probabilmente nel 2023: il totem svedese vuole continuare a giocare e ad essere decisivo in campo, anche se non da titolare.

 

Prossimo acquisto del Milan: le quote Sisal sul mercato rossonero