Quando una nuova proprietà acquista la propria squadra del cuore, i tifosi si precipitano subito su Internet a cercare quanti fondi abbia a disposizione il nuovo presidente. È un automatismo quasi incontrollabile e anche giustificato: si spera che parte del patrimonio venga investito sul mercato, o comunque sul futuro del club. In tutto ciò, quali sono i proprietari di club più ricchi al mondo?

 

Forbes ha stilato la classifica, rilanciata in Italia da Il Sole 24 Ore. Dopo quella delle squadre più facoltose, ecco quindi quella dei proprietari più ricchi nel mondo del calcio. Una lista di presidenti miliardari che sono alla guida di società più o meno grandi, in giro per il mondo. Si comincia da una squadra a sorpresa, nell’elenco sono presenti anche due società italiane.

 

La classifica dei proprietari di club più ricchi 

 

  1. PIF (Public Investiment Found), Newcastle: patrimonio di 277 miliardi
  2. Carlos Slim, Real Oviedo: patrimonio di 59,2 miliardi di dollari
  3. François Pinault, Rennes: patrimonio di 31,7 miliardi
  4. Mansour bin Zayd Al Nahyan, Manchester City: patrimonio di 23 miliardi
  5. Dietrich Mateschitz, New York RedBull: patrimonio di 18,9 miliardi
  6. Andrea Agnelli, Juventus: patrimonio di 15,9 miliardi
  7. Roman Abramovich, Chelsea: patrimonio di 12,4 miliardi
  8. Philip Anschutz, L.A. Galaxy: patrimonio di 11 miliardi
  9. Stanley Kroenke, Arsenal: patrimonio di 8,8 miliardi
  10. Zhang Jindong, Inter e Dmitry Rybolovlev, Monaco: patrimonio di 6,8 miliardi
  11. Nasser Al Khelaifi, PSG: patrimonio di 6,2 miliardi
 

#1 PIF (Public Investiment Found), Newcastle: patrimonio di 277 miliardi

 

Alla luce del recente passaggio di proprietà, dobbiamo aggiornare la classifica stilata da Forbes: il club più ricco al mondo è diventato il Newcastle. la squadra inglese è stata infatti acquistata dal PIF, ossia dal Public Investiment Found che altro non è che il fondo sovrano dell'Arabia Saudita.  A capo c'è Mohammad bin Salman, le stime dicono che il patrimonio complessivo si aggiri intorno ai 277 miliardi. 

 

#2 Carlos Slim, Real Oviedo: 59,2 miliardi di dollari

Il Real Oviedo non è una big d’Europa, eppure ha dalla sua il presidente più facoltoso di tutti: Carlos Slim ha un patrimonio stimato di 59,2 miliardi di dollari, che lo rende la quinta persona più ricca del mondo. Proprietario di American Movil, azienda leader delle telecomunicazioni in America Latina, detiene anche il 17% delle quote del New York Times. È a capo del Real Oviedo nel 2012, anno in cui Slim salvò (dopo uno scherzo) la squadra dal fallimento investendo 2 milioni di dollari. 

 

#3 François Pinault, Rennes: 31,7 miliardi

François Pinault è proprietario del Rennes dal 1998 e grazie a lui il club si è sempre retto su basi più che solide. Il presidente è anche a capo di Kering, il gruppo di cui fanno parte diversi marchi tra i quali anche Gucci, Alexander McQueen e Yves Saint Laurent. Negli ultimi anni il suo patrimonio è aumentato considerevolmente, e di questo saranno sicuramente contenti i tifosi della squadra francese.

 

#4 Mansour bin Zayd Al Nahyan, Manchester City: 23 miliardi

Premessa: un conto è il patrimonio di Mansour, un conto è quello di Abu Dhabi Investment Authority, che ammonta a 630 miliardi di euro. Lo sceicco acquistò il Manchester City nel 2008 per 250 milioni di sterline e per far capire le sue intenzioni acquistò subito Robinho per 42 milioni di euro. Ad oggi il City è una delle più grandi potenze del calcio mondiale e negli anni la proprietà ha investito in tutto 1,5 miliardi di euro. 

 

#5 Dietrich Mateschitz, New York Red Bull: 18,9 miliardi

Quarta posizione per il proprietario della Red Bull, bevanda energetica famossissima e diffusa in tutto il mondo: a questo brand sono legate ad oggi ben quattro squadre, i New York Red Bulls, l’RB Lipsia, il Red Bull Salisburgo e il Red Bull Brazil. Negli ultimi anni i club in questione hanno acquisito sempre più importanza nel panorama calcistico, con il Lipsia che ad esempio si trova ai vertici del campionato tedesco.

 

#6 Andrea Agnelli, Juventus: 15,9 miliardi

Prima italiana presente in questa classifica delle proprietà più ricche: Andrea Agnelli è a capo di Exor e guida la Juventus dal 2010. Sotto la sua gestione, il club bianconero è tornato alla ribalta e da anni ormai comanda in Serie A. La Juventus è letteralmente rinata dopo le vicende post Calciopoli e adesso punta a imporsi anche in campo europeo. Andrea Agnelli è anche presidente dell’ECA, associazione dei club europei.

 

#7 Roman Abramovich, Chelsea: 12,4 miliardi

Sesto della lista Roman Abramovich, che ha un patrimonio di 12,4 miliardi. Il magnate russo ha costruito la sua fortuna nei settori di petrolio, gas e metalli. Nel 2005 ha venduto una partecipazione di Sibneft del 73% a Gazprom e da lì ha ottenuto gran parte del suo patrimonio. Tra le altre cose, Abramovich possiede anche… il secondo yacht più grande al mondo, l’Eclipse, che misura 164 metri.

 

#8 Philip Anschutz, L.A. Galaxy: 11 miliardi

Presidente dei Los Angeles Galaxy dal 1994, ma non solo: Philip Anschutz detiene anche un terzo dei Los Angeles Lakers e la squadra dei Kings in NHL. I suoi affari riguardano diversi settori, dall’intrattenimento alle telecomunicazioni, passando ferrovie e petrolio, fino ad arrivare al settore immobiliare. Negli anni ha portato ai Galaxy alcuni campioni del calibro di Steven Gerrard e Zlatan Ibrahimovic.

 

#9 Stanley Kroenke, Arsenal: 8,8 miliardi

Così come Anschutz, anche Kroenke ha interessi anche in altri sport: nel calcio oltre all’Arsenal ci sono i Colorado Rapids, in NHL i Colorado Avalanche, in NBA i Denver Nuggets. Kroenke nel 2018 ha comprato le quote di minoranza di Alisher Usmanov e ha preso così il controllo totale dell’Arsenal, uno dei club più importanti del calcio inglese.

 

#10 Zhang Jindong, Inter e Dmitry Rybolovlev, Monaco: 6,8 miliardi

Due personalità al nono posto: Zhang presidente dell’Inter e Dmitry Rybolovlev a capo del Monaco. Lato nerazzurro, c’è il colosso del commercio Suning che da quando è alla totale guida dell’Inter (giugno 2016) ha riportato in alto il club; lato biancorosso, Rybolovlev ha costruito il suo patrimonio con Urkali, produttore russo attivo nel settore dei fertilizzanti.

 

#11 Nasser Al Khelaifi, PSG: 6,2 miliardi

Decima posizione per il patron del PSG, ma anche qui come per il Manchester City va fatta una specifica: questa cifra non tiene in considerazione il Qatar Investment Authority che è dietro di lui e che ha un patrimonio pari a i 500 miliardi di dollari. Negli ultimi anni, grazie agli ingenti investimenti sul mercato, il PSG è diventato uno dei club più forti e attrezzati a livello mondiale.