Con un colpo da maestro, l’Inter si aggiudica Calhanoglu a parametro zero: trequartista soffiato ai cugini, che hanno provato a mettere sul piatto 4 milioni per il rinnovo del turco. Non sono bastati: il giocatore ha preteso e ottenuto di più grazie all’Inter, che ha messo sul piatto 5 milioni + 1 di bonus.

 

Con la questione Eriksen ancora da valutare, l’Inter si è così tutelata assicurando a Inzaghi un numero 10 già pronto e collaudato per la Serie A. Tra i migliori colpi di Calhanoglu, tra l’altro, ci sono anche i calci di punizione: proprio come Eriksen, il turco è uno specialista. Ma quante ne ha segnate fino a questo momento?

 

Quante punizioni ha segnato Calhanoglu in carriera?

Per fare i conti ci affidiamo a una statistica uscita qualche tempo fa su Opta, dove si affermava che Calhanoglu, con quella segnata contro il Celtic in Europa League, era arrivato a 18 punizioni realizzate dalla stagione 203/2014, in tutte le competizioni. Il turco col Milan non è riuscito a mantenere gli stessi standard visti in Germania, in particolare con la maglia del Leverkusen: solo 4 le reti direttamente da calcio di punizione, dall’estate del 2017. Questa la sua ultima rete da calcio piazzato, come detto realizzata contro il Celtic nel dicembre del 2020.

 

 

La punizione più bella e più famosa segnata da Calhanoglu

Senza ombra di dubbio, il più famoso calcio di punizione segnato da Calhanoglu è quello contro il Borussia Dortmund, quando ancora vestiva la maglia dell’Amburgo in Bundesliga. Un missile clamoroso da centrocampo.

 

 

I tifosi dell’Inter si aspettano di rivedere certe prodezze, il turco in nerazzurro proverà a migliorare i numeri su calcio piazzato, che comunque restano più che buoni: Calhanoglu è uno specialista dei calci di punizione, su questo ci sono pochi dubbi.