La Lazio fallisce l’aggancio al secondo posto occupato dall’Inter.  La squadra di Inzaghi ci ha provato in tutti i modi: occasioni da gol, due pali di Luis Alberto, ma nel recupero della 17esima giornata contro il Verona non è riuscita ad andare oltre lo 0-0, di fatto sprecando una chance importante nella corsa alla testa della classifica. Mantiene il terzo posto in classifica in Serie A, ad una sola lunghezza dai nerazzurri, ma il match-ball è andato sprecato. E la classifica si muove, ma molto meno delle attese: i biancocelesti, oltre a prendere un punto all’Inter, allungano leggermente anche sulla quarta in classifica.

 

Classifica Serie A, finalmente quella “definitiva”

Il pareggio della Lazio chiude una piccola parentesi in questa Serie A: la Supercoppa italana ha fatto slittare l’impegno biancoceleste contro il Verona fino al 5 febbraio. Il turno infrasettimanale di recupero di fatto ha consegnato una classifica definitiva: Lazio e Verona non hanno più una partita in meno. Le ambizioni di sorpasso delle due squadre sono state stoppate: anche l’Hellas di Juric, che sta disputando un ottimo campionato, avrebbe potuto sorpassare il Cagliari, il Parma e il Milan, che occupano il secondo posto in classifica. E l’inerzia dell’incontro, con la Lazio sempre più stanca per lo sforzo prodotto, poteva quasi premiare l’Hellas. 

Il tiro di Borini nella ripresa ha messo a dura prova Strakosha, così come Veloso nella prima frazione di gara. Squadra ordinata, intensa, ben messa in campo, il Verona è una delle sorprese della stagione: sta lottando stabilmente per un posto in Europa League assolutamente insperato ad inizio anno. La squadra di Juric ha una forte identità, e ha scalato la classifica. 

Inzaghi dal canto suo sta di fatto lottando per lo Scudetto: nonostante la società predichi calma, e piedi per terra, ribadendo l’obiettivo Champions League, i risultati parlano di altro. Raccontano una Lazio in grado di battere 2 volte la capolista Juventus – in campionato e in Supercoppa, che si è sfilata dalla lotta per il quarto posto, creando un solco lungo 11 punti rispetto all’Atalanta e alla Roma. Piccolo dettaglio da non sottovalutare: i punti dalla vetta, occupata dalla Juventus, sono solo 4, e bisogna ancora giocare il match di ritorno a Torino. 

Grazie ad una lunga sfilza di vittorie consecutive – 11 – e risultati utili, Inzaghi e i suoi stanno di fatto compiendo un’impresa, infilandosi in quella che sembrava una lotta a due tra Juventus e Inter, Sarri contro Conte. C’è anche la Lazio, che a metà febbraio affronterà l’Inter in casa e domenica, a Parma, vorrebbe approfittare di un nuovo match ball. La squadra di Conte ha il derby in calendario, e la classifica che segue potrebbe cambiare ancora.

Classifica Serie A

POS

SQUADRA

PG

PTI

1

Juve

22

54

2

Inter

22

51

3

Lazio

22

50

4

Atalanta

22

39

5

Roma

22

39

6

Cagliari

22

32

7

Parma

22

32

8

Milan

22

32

9

Verona

22

31

10

Napoli

22

30

11

Bologna

22

30

12

Torino

22

27

13

Sassuolo

22

26

14

Fiorentina

22

25

15

Udinese

22

24

16

Sampdoria

22

20

17

Lecce

22

19

18

Genoa

22

16

19

Brescia

22

15

20

Spal

22

15