Sorteggio non fortunato per il Milan: agli ottavi di Europa League i rossoneri affronteranno il Manchester United, una delle squadre favorite per la vittoria della competizione, probabilmente il peggior avversario possibile. Manchester però nei ricordi dei tifosi rossoneri rievoca anche dolci ricordi. La sfida è affascinante, ma che tipo di squadra è quella di Solskjaer? Come sta andando in Premier League e come gioca? Ecco il focus sul Manchester United, avversaria del Milan agli ottavi di Europa League.

Come sta andando e come gioca il Manchester United: il focus

Lo United al momento è al secondo posto in Premier League, a quota 49 punti: la classifica quindi è identica a quella del Milan in Serie A, stessa posizione e stessi punti. In Premier ha il miglior attacco: sono ben 53 i gol segnati, in 25 partite di campionato.

Curiosità: il Manchester gioca anche con lo stesso modulo del Milan, il 4-2-3-1. Questa l’ultima formazione schierata da Solskjaer, nella partita di Premier League vinta contro il Newcastle:

Manchester United (4-2-3-1): De Gea; Shaw, Maguire, Lindelof, Wan-Bissaka; Matic, Fred; Rashford, Fernandes, James; Martial.


Lo United gioca un calcio propositivo, che lo porta a segnare molto, come visto, e dall’altra parte anche ad esporsi non poco: ha una media superiore a un gol subito a partita (32 in 25 giornate).

Focus: i giocatori migliori del Manchester United

Senza dubbio tra i giocatori migliori del Manchester United c’è Bruno Fernandes: vecchia conoscenza del calcio italiano, è esploso in Portogallo e con i Red Devils sta facendo benissimo. In questa stagione, con 15 gol, è il miglior marcatore della squadra in Premier League. Da tenere sott’occhio anche i vari Pogba, Cavani, Rashford e Martial: pericolosi e temibili, sono il fulcro del gioco offensivo di Solskjaer. E in porta c’è De Gea, che non ha certo bisogno di presentazioni…