Il palmares è di quelli importanti, la bacheca brilla di coppe e Champions League: il Milan ha vissuto un periodo negativo dopo l’addio di Berlusconi, con alcune transizioni societarie che non hanno avuto gli effetti sperati, nonostante gli sforzi di budget e gli investimenti fatti.

Con il passaggio al fondo Elliott il Milan sembra entrato, piano piano, in una nuova fase. La scelta di Giampaolo, sbagliata, è stata poi corretta con l’arrivo di Stefano Pioli. L’ex allenatore della Lazio si è rivelato una scelta molto azzeccata. Ha dato identità e forza alla squadra, appoggiandosi sulla leadership carismatica di Ibrahimovic e la qualità di alcuni top player in rosa, da Donnarumma a Theo Hernandez. Non solo: Pioli è sembrato in grado di valorizzare davvero i talenti – anche molto giovani – a disposizione, a partire da Leao, ad esempio. Ma andiamo al nocciolo della questione: quanto può crescere questo Milan? Riuscirà a tornare vincente ad altissimi livelli entro il 2023?

Milan vincente della Champions 2023: ce la fa?

Secondo Sisal, le possibilità che il Milan vinca la Champions League entro il 2023 ci sono: viene proposta a 50.00, ma dovete pensare anche ad alcune attenuanti, che alla fine la trasformano in una quota niente male. Attualmente i rossoneri sono fuori dal giro Champions League: il rush finale della scorsa stagione è stato bissato nella prima metà di quella 2020/21, di fatto catapultando il Milan al primo posto in classifica. Un ottimo risultato, ma la stagione è lunga e serviranno tante altre ottime prestazioni per rimanere così in alto.

Una volta approdata in Champions League, come andrà? Bisognerà capire se riuscirà a trasferire la grande capacità dimostrata in Serie A nella coppa più complicata, piena di grandissimi campioni e squadre di livello eccezionale. C’è un’altra grande incognita: la dirigenza riuscirà a sostituire Zlatan Ibrahimovic? L’erede di un campione di questo tipo dovrebbe essere davvero di livello per provare l’assalto Champions.