Cristiano Ronaldo, non è una questione di stipendio. La storia è solo parzialmente inaspettata: dalla panchina di Cristiano Ronaldo nella prima di campionato della Juventus si potevano capire già molte cose. Il giorno dopo, tutto un florilegio: quanto era sereno, quanto sorrideva. Poi è arrivato il suo potente procuratore, il portoghese Mendes, a Torino: ne avevamo parlato, dirige un’azienda immensa, gestisce un numero spropositato di calciatori. Ma più di tutti gestisce Cristiano Ronaldo, che deve anche a lui il suo stipendio monstre. 

 

Mendes è stato chiaro con Arrivabene, con Cherubini, con Nedved, i 3 al comando in casa Juve: Cristiano Ronaldo vuole andare al Manchester City. Per il portoghese si tratta di un ritorno nella sua Manchester, con un’altra maglia: la sua esplosione a livello mondiale CR7 la deve alla maglia rossa dello United. Ora passa al celeste dei Citizens, gli storici rivali, dopo una lunga estate e gli accostamenti al Psg, dove poi è finito la sua storica nemesi, Leo Messi. Ma quanto andiamo a scoprire lo stipendio di CR7 alla Juventus, e quali sono le idee del Manchester City. Scopriremo insieme che no, non è solo una questione di stipendio. 

 

Stipendio Cristiano Ronaldo alla Juventus

 

L’operazione che ha portato Cristiano Ronaldo alla Juventus è stata ciclopica. Di fatto, chi prende CR7 sta spostando una vera e propria azienda, con fatturati a tantissimi zeri e ramificazioni diversificate. Alla Juve di fatto Cristiano Ronaldo ha avuto un trattamento da re: è stato sempre il giocatore più pagato della rosa, dopo aver firmato il contratto fino a giugno 2022. Da molti è stata definita l’operazione del secolo: di certo le casse della Juventus ne sono uscite esauste. 

 

​​CR7 è arrivato in bianconero nell’estate 2018: è stato pagato dal Real Madrid circa 100 milioni di euro, pagabili in due esercizi. Non solo, la Juventus ci ha messo su pure il contributo di solidarietà previsto dal regolamento Fifa e oneri accessori per 12 milioni. La clausola prevista dal Real era di 1 miliardo, siamo lontani da quelle cifre, ma comunque siamo su quotazioni astronomiche. Il portoghese ha accresciuto la visibilità della Juventus - della Serie A - a livello planetario, ma non ha portato a Torino l’agognata Champions League, il trofeo che Andrea Agnelli sognava di alzare al cielo. 

 

Cristiano Ronaldo ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2022. Lo stipendio del fenomeno portoghese alla Juventus è di 31 milioni di euro netti a stagione, ovvero circa 54,24 milioni in termini di ingaggio lordo sul bilancio del club, che non ne è uscito benissimo: il taglio agli introiti dovuto al Covid-19 ha fatto il resto. E ha reso l’operazione sempre meno sostenibile a livello economico. Siamo su un piano molto diverso sul “si ripagherà solo con le magliette vendute”, sostenuto all’inizio. 

 

Stipendio Cristiano Ronaldo al Manchester City


A proposito di United, anche loro hanno fatto un folle e disperato tentativo per impedire il ritorno di Ronaldo in Premier nell’altra squadra di Manchester. Cristiano Ronaldo sarebbe pronto a dire di sì al City abbassandosi perfino lo stipendio, ma non dovrebbe essercene bisogno. Il Manchester City è pronto a dargli lo stesso stipendio attualmente percepito alla Juventus (31 milioni di euro). Lo racconta Sky Sports UK, Mendes sta provando a far ragionare le parti (anche perché la Juve non vuole darlo gratis, almeno 25 milioni li vorrebbe). Il City, ad un anno dalla scadenza, lo vorrebbe gratis, o quasi. E, oltre alla rabbia dei dirigenti bianconeri per l’idea dal sen fuggita a pochi giorni dalla fine del calciomercato, bisognerà trovare un accordo.