La Serie A è tornata, con i suoi gol e le sue emozioni: come sempre dopo la sosta ci sono stati risultati imprevedibili - alcuni - altri piuttosto in linea con quello che ci aspettavamo. Partiamo dai big match, o dai match delle big se preferite: la Lazio di Sarri è crollata miseramente contro il Milan, un po’ come la Juventus non è mai riuscita a tirare fuori la testa dalla metà campo allo stadio Diego Armando Maradona, contro il Napoli.

 

Abbiamo deciso di raccontare i gol della giornata, senza avere una pretesa di completezza: faremo un piccolo riassunto dei gol che proprio non potete perdervi, che sia per la pregevole fattura, per l’importanza o per la capacità di emozionare. Che poi è quello che fanno i gol della Serie A, in fondo. 

 

Gol Serie A, le nostre scelte

 

La terza giornata di Serie A è stata decisamente sopra le righe, importante per certi aspetti, per altri è stata l’ennesima conferma che, a parlare di classifica, sarà una stagione combattuta e complessa. Ecco le nostre scelte per quanto riguarda i gol della Serie A.

 

Il gol più emozionante della terza giornata: El Shaarawy contro il Sassuolo

 

https://www.instagram.com/p/CTwLvUKIP9C/

 

Quando si fa un gol così, dopo i 90 minuti di gioco, e dopo quei 90 minuti, l’esplosione di gioia dello stadio è il minimo sindacale. La partita tra Roma e Sassuolo è stata aperta, divertente, piena di colpi di scena e giocate di livello. Non possiamo dire che la Roma abbia giocato molto meglio dei ragazzi di Dionisi: i neroverdi hanno attaccato a tutto spiano, rischiando anche di vincerla. Solo che alla fine il tiro a giro dell’egiziano ha chiuso la questione. E, nel giorno della panchina numero 1000 di Mourinho, gli ha regalato una corsa sfrenata sotto la Sud. Non male, per festeggiare. 

 

Il gol più vecchio della terza giornata: Ibra contro la Lazio

 

https://www.instagram.com/p/CTvGQw_oor6/

Quando a quasi 40 anni suonati ancora non solo si è decisivi, ma si va a segnare contro un portiere quasi coetaneo, si rischia seriamente di entrare nel Guinness dei primati. A quasi 40 anni (li compirà tra pochi giorni) fa gol contro Pepe Reina, il portiere della Lazio, che a sua volta ne ha 39 suonati. L’azione è molto bella: Tonali fa una cosa che la maggior parte dei centrocampisti si sogna, un’apertura veloce e molto bella (oltre che precisa), la palla in mezzo è un cioccolatino che Ibra sa bene come scartare. Nota bene: era entrato da poco, a partita in corso rischia di essere un fattore determinante. Ma dubitiamo che entrerà tante volte, più facile vederlo titolare.

Il gol più al volo della terza giornata di Serie A: Augello contro l’Inter

https://www.instagram.com/p/CTugnSNIIoI/

Oltre a regalare il pareggio alla Samp contro i campioni in carica dell’Inter, quello di Augello è proprio un gol di pregevole fattura. Esteticamente bello, decisivo: prendere un punto contro l’Inter - che, ricordiamolo, aveva iniziato benissimo la stagione - è un ottimo modo per i doriani per confermare di essere una squadra tosta da battere. Il tiro al volo dopo il bel colpo di tacco per liberarsi della marcatura di Bereszynski (nome più difficile da scrivere della Serie A? Forse sì) è un bellissimo spot per il calcio. O per il calcio tennis al volo, se preferite.

Il gol bonus della giornata

 

https://www.instagram.com/p/CTt3ZCWIsLA/

 

Facciamo uno strappo alla regola: il ritorno ad Old Trafford di Cristiano Ronaldo con Ferguson in tribuna non poteva che concludersi così. Doppietta di CR7 e stadio in delirio. Diciamo che, a livello di emozioni, già potrebbe bastare. Negative quelle dei tifosi Juve: forse qualcuno di questi gol poteva servire.