La Serie A è finalmente ricominciata: il campionato italiano ha preso il via, 20 squadre si daranno battaglia per obiettivi diversi, parte la rincorsa all’Inter che vuole bissare lo Scudetto nonostante le partenze pesanti. Fondamentali, in questo senso, saranno gli attaccanti, o meglio: i giocatori che segneranno di più. Perché non è detto che alla fine la classifica marcatori la vinca una punta. 

 

Di seguito vi teniamo informati con la classifica marcatori 2021/2022, che verrà aggiornata giornata dopo giornata con i nuovi nomi in vetta. Per adesso siamo solo alle prime giornate, quindi è normale che ci sia qualche sorpresa. Col passare del tempo, però, ci aspettiamo di vedere i soliti noti in cima… aspettando gli eventuali outsider (ossia i Simy, i Caputo e via dicendo). 

 

Classifica marcatori 2021/2022 aggiornata alla 1° giornata di Serie A

 

4 gol

  • C. Immobile (Lazio)

 

3 gol

  • J. Veretout (Roma)
  • Joao Pedro (Cagliari)
  • D. Vlahovic (Fiorentina)

 

2 gol: 

  • L. De Silvestri (Bologna)
  • M. Zaccagni (Lazio)
  • O. Giroud (Milan)
  • J. Correa (Inter)
  • G. Deulofeu (Udinese)
  • L. Pellegrini (Roma)
  • R. Leao (Milan)
  • M. Fares (Genoa)
  • L. Martinez (Inter)
  • F. Djuricic (Sassuolo)

 

Chi vincerà la classifica marcatori della Serie A 2021/2022: i favoriti

 

Partito Lukaku, c’è un competitor in meno per la classifica marcatori, questo è chiaro. Ma se ne aggiungono altri molto agguerriti: è il caso di Giroud, ad esempio, che non è mai stato un bomber da 30 gol ma che al Milan può giocare e segnare con continuità (doppietta all'esordio a San Siro), visti i continui problemi fisici di un Ibrahimovic dal quale ci aspettiamo comunque l’ennesima doppia cifra (perché quando gioca fa ancora la differenza). 

 

 Candidato forte anche Ciro Immobile, che due stagioni fa ha eguagliato il record di Higuain segnando 36 gol in una sola annata: l’attaccante della Lazio con Sarri in panchina può divertirsi eccome.  Ed è già a quota 4.

 

E l’Inter? Ok che è andato via Lukaku, ma Dzeko non è di certo l’ultimo arrivato: ormai conosce a memoria le difese della Serie A e ha già segnato all’esordio, può divertirsi con i suoi nuovi compagni. Inzaghi si aspetta molto da lui. In casa Napoli invece l’attenzione si concentra su Osimhen, anche se non ha cominciato benissimo: rosso diretto alla prima giornata…  Per la Roma il nome caldo è quello di Teddy Abraham, che ha segnato e ha già fatto vedere ottime cose alla sua prima apparizione in giallorosso. Si chiude con Vlahovic, che ormai va considerato tra i big. 

 

I possibili outsider della classifica marcatori 2021/2022

 

Chi saranno le possibili sorprese? Va sempre tenuto sotto controllo il Gallo Belotti, che nel Torino segna, batte rigori, gioca titolare ogni partita. Può combattere per la vetta, come gli è già successo qualche anno fa. Arnautovic al Bologna può stupire? Non ha mai segnato valanghe di gol in carriera, ma chissà… Potrebbe pure essere l’anno di Muriel, perché no? Le qualità non gli mancano di certo, se trova pure continuità diventa implacabile. Discorso simile per Dybala, partito subito bene. Attenzione anche a Joao Pedro, subito a quota 2. Il sogno romantico invece si chiama Jack Raspadori: non ha iniziato malissimo la sua Serie A 2021/2022...