Clamoroso in Coppa Italia: la Roma viene eliminata dallo Spezia ai tempi supplementari per 2-4, dopo due espulsioni (Mancini e Pau Lopez) in un minuto. Nonostante il risultato sia decisamente già sorprendente, si tratta di un match che ha regalato ben altre sorprese.

Tutto parte dal doppio rosso: Mancini prende il secondo giallo per un brutto fallo a centrocampo. Dall’azione successiva lancio in profondità, esce Pau Lopez che cicca il pallone e colpisce l’attaccante lanciato a rete. A quel punto entra Fuzato, che è il sesto cambio giallorosso. Pellegrini lo ribadisce più volte alla panchina: “Il sesto cambio, è il sesto? Si tratta del sesto cambio?”.  Ma cosa dice il regolamento sui 6 cambi?

Caos sostituzioni, la Roma fa 6 cambi: cosa dice il regolamento?

Contro l’Hellas Verona la Roma già aveva perso a tavolino per 3 a 0, a causa dell’errato inserimento in lista di Diawara. A questo punto un altro problema grosso, che ha fatto nascere il caos sui social. Se ne è accorta dapprima la Rai: la Roma ha fatto un cambio di troppo, forse facendo confusione con le norme pre-Covid, che permettevano un cambio in più nei minuti regolamentari.

Di seguito la norma FIGC sulle sostituzioni:

«Il Consiglio Federale ha deliberato di consentire l’effettuazione di un numero massimo di cinque sostituzioni per ciascuna squadra nelle gare delle competizioni programmate fino al termine della stagione 2019/2020 (deroga confermata anche per la stagione 2020/21 ndr)».

«Inoltre è stato deciso di prevedere che ogni squadra possa effettuare le suddette sostituzioni utilizzando al massimo tre interruzioni della gara, oltre all’intervallo previsto tra i due tempi di gioco, nonché, nell’eventualità di disputa dei tempi supplementari, una quarta interruzione, oltre a quelle previste tra la fine dei tempi regolamentari e l’inizio del primo tempo supplementare e tra il primo e il secondo tempo supplementare, solo nel caso in cui al termine dei tempi regolamentari siano stati sostituiti meno di cinque calciatori/calciatrici».

Dunque da regolamento la sesta sarebbe stata possibile se la Roma avesse fatto meno di 5 cambi nei tempi regolamentari. Il sesto cambio è invece previsto dalla Uefa, ma non è stata recepita in Italia. L’arbitro ad ogni modo non poteva interrompere la partita: eventuali sanzioni dovrà comminarle il Giudice Sportivo.