L’ultima giornata del girone di andata di Serie A è stata emozionante (e ancora non è finita): già le partite del sabato hanno regalato emozioni, mentre la giornata domenica si è chiusa con una vittoria importante e con dei risvolti drammatici. Cosa ci ha lasciato, dunque, la diciannovesima giornata? 

 

Serie A, cosa ci ha lasciato la 19esima giornata

Dividiamo la giornata in 5 punti fondamentali, partendo da sabato e arrivando fino a domenica sera. 

1.       Il ritorno di Ibra: era già tornato ufficialmente, è vero, ma non al gol. Che è arrivato puntuale nella trasferta di Cagliari: alla prima da titolare, Ibrahimovic ha realizzato la sua nuova prima rete con la maglia rossonera. Un sinistro preciso su assist di Hernandez, per il definitivo 2-0 dei rossoneri. L’impatto di Zlatan è stato evidente, e anche in chiave mercato qualcosa da qui a fine mese potrebbe cambiare…

2.       La solita Lazio: la sfida tra biancocelesti e partenopei sembrava sul punto di concludersi con un pareggio, ma la squadra di Inzaghi come al solito ha deciso di vincerla nel finale, stavolta sfruttando un errore di Ospina. I numeri parlano chiaro: dieci vittorie consecutive e terzo posto in classifica a quota 42 punti, con una partita da recuperare. Occhio alla Lazio, quindi.

3.       Nelle mani di Handanovic: il protagonista del pareggio tra la squadra di Conte e quella di Gasperini è stato lui, che continua ad essere il pilastro di una squadra che negli anni ha cambiato giocatori in molti ruoli, ma non il portiere. Handanovic ha parato il rigore di Muriel ed evitato all’Inter di perdere la sfida con l’Atalanta: Conte ringrazia.

4.       Quaglia is back: oltre a Ibrahimovic, è tornato anche qualcun altro, che in realtà non se n’era mai andato via. Il capocannoniere della passata stagione, Fabio Quagliarella, ieri ha realizzato una doppietta nel 5-1 della sua Sampdoria contro il Brescia. Una bella notizia per Ranieri e per tutti i tifosi della Samp, che sperano nella rinascita del loro attaccante e di tutta la squadra, che al momento si trova al sedicesimo posto in classifica, a soli 5 punti dalla zona retrocessione.

5.       Doppio infortunio: la Juventus ha conquistato il titolo di Campione d’inverno, la Roma ha perso nonostante i tentativi di riprendere una partita cominciata male. Ma quello che rimane, purtroppo, sono i due infortuni: Demiral e Zaniolo sono usciti entrambi in barella, doloranti. Si temono due lunghi stop, facciamo loro un grosso in bocca al lupo.