Torna la Serie Accia, perché i gol brutti non si fermano mai: chiamatela legge dei grandi numeri, chiamatela tendenza all’imbruttimento, chiamatela come volete; fatto sta che sui campi di Serie A continuano a vedersi sgorbi, obbrobri, reti di dubbio gusto. Tra i peggiori gol volevamo inserire quello realizzato da Hickey contro la Lazio, ma lì si trattava più di una defaillance del non impeccabile Reina; ci siamo quindi spostati altrove, precisamente a Genova, dove abbiamo trovato pane per i nostri denti. E che pane.

 

Sampdoria-Udinese è finita 3-3: era quindi quasi statisticamente improbabile che il gol vincitore della Serie Accia non uscisse fuori da questa partita, vista l’alto tasso di produzione. E infatti. Il trofeo questa volta lo vince Stryger Larsen, con una rete d’autore: brutta, inguardabile, imbarazzante. Il tragicomico autogol del giocatore dell’Udinese va visto e rivisto, per apprezzare meglio la nostra vita di tutti i giorni, che in alcuni casi farà pure schifo ma non quanto quella rete. 

 

Serie Accia 7a giornata: il gol più brutto è l’autorete di Stryger Larsen

 

Ve lo anticipo: il gol di Stryger Larsen è talmente brutto che non se ne trova traccia sui social. Non ci sono video, ma neanche fotogrammi, e questo è parecchio strano. Per vederlo, comunque, potete andare qui su questo link, che porta al canale ufficiale della Serie A su Youtube. 

 

Se non siete ancora pronti alla visione di quelle immagini forti (posso capirvi), provo a spiegarvi a parole cosa è successo a Marassi. Posto che già Yoshida a inizio partita aveva provato un autogol senza successo, si capiva che la Serie Accia era nell’aria. E infatti. Al minuto 24, su situazione di vantaggio dell’Udinese, Quaglieralla fa una di quelle giocate che serve a ricordare a tutti perché Quagliarella gioca ancora in Serie A, nonostante passino gli anni. Il capitano della Samp si libera magistralmente di Nuytinck in mezzo al campo e serve Caputo, che di prima la mette in mezzo all’area. Lì arriva Antonio Candreva, come un treno in corsa, un regionale veloce diretto verso la porta dell’Udinese con tanta foga. Forse troppa, perché invece di mettere il pallone in porta lo spara all'incrocio dei pali da ottima posizione. Disperazione del pubblico, mani nei capelli, tragedia, tutto finito, occasione clamorosa sprecata. E invece. Il pallone, dopo aver colpito il legno, schizza nella direzione del povero Stryger Larsen, che inerme non può far altro che farsi travolgere dagli eventi, da una sorte infausta. La sfera lo colpisce sul tallone, il rimpallo è comico e orribile, il pallone finisce in porta dopo questo pinball folle. Candreva esulta e agita la mano: sa che ha causato il gol che vale la Serie Accia. Il danese scuote la testa, sconsolato e inorridito. 

 

Nella stessa partita, anche il gol più bello della 7a giornata

 

Ecco, questo va detto. Bruttezza e bellezza sono riuscite comunque a trovare un equilibrio, in quel di Marassi. E proprio Candreva, che aveva propiziato la terribile autorete di Stryger Larsen, ha deciso come un Jedi di riportare l’equilibrio della Forza, segnando un gol meraviglioso, da lontanissimo. L’ex Inter non è nuovo a certi colpi, e ha deciso di sfoderarlo nel momento del bisogno, per far vincere la sua squadra. O almeno così sperava.

Vedete: questo sui social si trova

 

Sì, perché la bruttezza perdona ma non dimentica, e così l’Udinese è riuscita a pareggiare negli ultimi minuti, con una rete bruttina di Forestieri, che praticamente è caduto in porta col pallone. Perché la Serie Accia lascia il segno, sempre, anche quando provi a cancellarla mettendoci sopra una pezza di bellezza. Puoi nasconderla, ma non eliminarla. E lei tornerà. Dunque, alla prossima giornata.