Le vittorie fanno la classifica, i gol fanno le vittorie. Va da sé che per scalare posizioni serve segnare, e in effetti spesso chi ha l’attacco più forte si trova molto in alto in classifica. Sicuramente bisogna pensare anche a “non prenderle”, ma attaccare è una prerogativa insostituibile per ogni squadra che sogni di arrivare al vertice. 

 

 

Attaccare è la parola d’ordine, seguita da segnare: occhi puntati sui centravanti, su quelli che devono portare a casa la vittoria e se ci riescono anche il pallone. In Italia ogni anno grandi giocatori si danno battaglia a distanza per capire chi sia il più forte del nostro campionato. 

 

Di seguito, dunque, proponiamo la classifica dei marcatori di Serie A: verrà aggiornata giornata dopo giornata per capire quali sono i giocatori più avanti e chi può veramente ambire al primo posto.

 

La classifica marcatori della Serie A nel 2021: le prime posizioni

Arrivati alla giornata numero 37 di Serie A, la classifica marcatori vede sempre in cima Ronaldo. Muriel e Vlahovic agganciano Lukaku a 21 grazie a due doppiette, passi in avanti anche per Berardi, Joao Pedro e Lautaro, tutti e tre a quota 16.

 

  1. Cristiano Ronaldo, Juventus: 29 gol
  2. Lukaku, Inter: 23 gol
  3. Muriel, Atalanta: 22 gol
  4. D. Vlahovic, Fiorentina: 21 gol
  5. Immobile, Lazio: 20 gol
  6. Simy, Crotone: 20 gol
  7. L. Insigne, Napoli: 19 gol
  8. Domenico Berardi: 16 gol
  9. Joao Pedro, Cagliari: 16 gol
  10. Lautaro Martinez, Inter: 16 gol

Quote capocannoniere per la vittoria della classifica marcatori nel 2021

Passiamo quindi alle quote: chi sono i giocatori favoriti per la vittoria finale della classifica marcatori della Serie A, al termine della stagione 2020/2021? Ecco i principali candidati al titolo di capocannoniere, secondo Sisal, aggiornati alla 34esima giornata.

 

Cristiano Ronaldo: 1.16

 

Lukaku: 4.50

 

Luis Muriel: 33.00

 

Simy: 100.00

 

Immobile: 100.00

 

Nota finale: dopo la 34esima giornata e la doppietta di Ronaldo, le quote sono state tolte, visto che al momento il portoghese sembra diventato ormai irraggiungibile per tutti gli inseguitori.